Cosa visitare ad Alassio e dintorni

Il Muretto di Alassio: all’altezza del municipio, è caratterizzato dalle piastrelle su cui sono posti gli autografi di personaggi illustri del mondo della cultura, dello sport e dellospettacolo, come Hemingway, Coppi, Bartali, la nazionale di calcio che vinse i mondiali nell’82, Chechi…

Chiesetta di Santa Croce: romanica, fondata dai monaci benedettini dell’isola Gallinara nel XI secolo, aggiunte vennero fatte nel XVI e XV secolo. Dal belvedere dell’annesso parco è possibile godere dell’incomparabile vista sulla baia del sole.

Santuario Madonna della Guardia: sorge sul monte Tirasso, costruito nel 1200, il suo attuale impianto è del XVII sec. per la pietà dei nostri marinai e corallini. È circondato da un parco di 18.000 mq.
Il porticciolo turistico e la Cappelletta ai caduti in mare.

Chiesa di Sant’Ambrogio: eretta nella seconda metà del 1400, di stile romanico, convertito in barocco sul principio del ‘700. La facciata rinascimentale venne creata nel 1896. All’interno affreschi di pittura genovese del XVI e XVII sec.

Il bastione del ‘500, quando i pescatori di corallo si riparavano in questa torre dai corsari, mori, saraceni e barbari crudeli.

La via Julia Augusta: sistemata nel XIII sec. A.C., dopo la conquista della Liguria dall’imperatore Augusto che le diede il nome. E’ situata tra la chiesa di Santa Croce e l’inizio dell’abitato di Albenga ed è lunga 4 km, termina con il complesso monumentale di S. Martino. In alcuni tratti è originale e sono visibili i ruderi di alcune costruzioni romane e tombe monumentali risalenti alla fine del I sec. D.C.. La sottostante via Aurelia fu costruita solo agli inizi dell’800.

Albenga

Mentre gli Alassini facevano a gara per costruire chiese, gli Albenganesi facevano a gara a costruire torri (ve ne sono ancora 12 esistenti del sec. XII e XVI). Il centro storico è di epoca romana e medioevale. Resti della città romana si trovano nel letto del fiume Centa, interessante un anfiteatro romano del II-III sec d.C. Importanti sono la Cattedrale, romanica (XI-XIV sec.); il campanile è del 1390, l’interno è romanico-gotico con volta barocca affrescata alla fine dell’800. Il museo Ingauno è nel Palazzo Vecchio del Comune e contiene lapidi, sculture ed oggetti di scavo medioevale. Il Battistero (V sec.) è il principale monumento paleocristiano della Liguria: conserva resti del fonte battesimale ad immersione e mosaici del V-VI sec.Nel Museo Navale (palazzo Peloso Cepolla) sono raccolti i resti ed il carico di anfore vinarie di una nave romana del I sec. a.C. affondata a 2 miglia dalla costa e recuperata nel 1950. Piacevoli borghi medioevali da visitare nell’entroterra sono Zuccarello e Castelvecchio di Roccabarbena.

Le grotte di Toirano

Lunghe 1600 m, sono nell’entroterra di Borghetto e Loano, ricche di stalattiti, stalagmiti, impronte ed incisioni rupestri; la più interessante è la grotta della Basura, lunga 150 m.

Andora

Sulla strada panoramica si trova la chiesa romanico-gotica di S.Giacomo e Filippo ed i resti del castello medioevale dei Clavesana.

Laigueglia

Visitate il tipico borgo, il bastione di difesa del ‘500, la chiesa di S. Matteo, contenente affreschi secenteschi. Caratteristico è il borgo di Colla Micheri proprietà di Thor Heyerdal.

Cervo

Nel magnifico centro storico a picco sul mare con ripidi vicoletti e palazzi barocchi spicca la settecentesca chiesa di S.Giovanni, detta dei “Corallini”.

Italiano